Mezze maniche con pomodorini del piennolo, carciofi di Paestum e fiordilatte di Agerola

Ricette
Da Napoli il trionfo dei sapori di stagione

Durante il nostro viaggio tra le ricette tipiche della cucina italiana, abbiamo ritrovato l’atmosfera di casa passando per Napoli. Da qui partiamo per un’esplorazione dei prodotti tipici di una provincia ricca di sapori e tradizioni.

Il pomodorino del piennolo è il principe del golfo e si contraddistingue per il suo particolare metodo di conservazione. Una caratteristica tecnica lega fra di loro alcuni grappoli, garantendone la conservazione per lunghi periodi. Si tratta di uno degli alimenti più antichi dell’agricoltura campana, con un sapore intenso che lo rende particolarmente adatto ad accostamenti “insoliti”.

Per valorizzare il sapore vivace del pomodorino, lo accostiamo ad un altro prodotto tipico dell’agricoltura campana: il carciofo tondo di Paestum. Dolce e carnoso, nel periodo pasquale è protagonista sulle tavole dei campani in tante ricette: arrostito, fritto, come ripieno di lasagne e ravioli. Noi lo proponiamo leggermente ripassato in padella, per poterne apprezzare appieno il sapore ricco.
In una ricetta come questa non poteva mancare il sigillo in oro bianco: il fiordilatte di Agerola. Ingrediente perfetto per una ricetta fatta di tanti sapori legati in un amorevole abbraccio. A ‘o core nun se cummanna.


Ingredienti per 4 persone

4 carciofi

400 gr di pomodorini

1 cipolla

q. b. di sale

q. b. di pepe

q. b. di olio extravergine di oliva Antonio Amato

400 gr di mezze maniche rigate Antonio Amato

250 gr di fiordilatte di Agerola


Procedimento

Partiamo subito dal fiore della tavola: mondate i carciofi stando attenti a rimuovere le spine e immergeteli in acqua acidulata con il succo di mezzo limone. Affettateli e ripassateli in padella con un soffritto di cipolla, sale, pepe, olio e completate la preparazione con un goccio di vino bianco. Fate sfumare il vino e aggiungete acqua calda fino a quando i carciofi diventano belli morbidi.
Ora tagliate in quattro i pomodorini del piennolo, metteteli in padella stando attenti a non cuocerli troppo. Dovranno rimanere quasi crudi conservando la loro freschezza e croccantezza.
Cucinate le mezze maniche rigate Antonio Amato in abbondante acqua calda, e scolatele un minuto prima della cottura indicata. Tuffatele nella padella con i carciofi e i pomodorini per far amalgamare bene ogni sapore.
Terminate la ricetta con il fiordilatte di Agerola tagliato a cubetti. Ora dovete solo godere di questa perfetta sintesi tra prodotti tipici e di stagione.

 

Scopri di più su questo prodotto nei Diari di Viaggio