Grotte di Pertosa: un capolavoro scolpito dalla natura, goccia dopo goccia

Luoghi
Oggi con i nostri diari salernitani ci rechiamo a Pertosa, a 40 minuti da Salerno, per andare a visitare le famose grotte. Ci hanno raccontato che lo spettacolo ci lascerà senza parole perché è un luogo mozzafiato per il quale ogni parola non rende giustizia alla bellezza del posto. L’unico sistema per carpirne realmente lo splendore è quello di visitare le grotte di persona, ammirandole con i propri occhi. Siamo pronti a partire carichi di curiosità, per questo luogo antichissimo che si è formato grazie al lavoro della natura nell'arco di milioni di anni.

Grotte di Pertosa credit visitvallodidiano.com

Il primo tratto lo effettuiamo su di una zattera che ci permette di navigare la prima parte delle grotte, bagnate dal fiume Negro che scorre da milioni di anni e che, con il suo ritmo incessante e lento, ha modificato e “lavorato” la pietra delle grotte fino a farle assumere le sembianze odierne. Il dolce suono dell’acqua ci racconta tante storie, basta solo avere l’orecchio pronto per ascoltarle.

Giungiamo alla prima caverna e restiamo estasiati dalla presenza di una cascata che scroscia acqua in maniera imponente e che, in mezzo a quelle rocce, assume una bellezza particolare, quasi surreale.

Da qui la grotta si divide in tre parti principali, il “Braccio” della sorgente, quello centrale e quello principale. Li percorriamo tutti e tre colpiti dalla bellezza naturale della grotta e da ciò che il lento lavorio della natura ha creato, goccia dopo goccia.

Lo spettacolo unico e affascinante della Sala della Madonna

Il culmine dello splendore lo si raggiunge nella “sala della Madonna”, chiamata così per la presenza di una statua di Maria che è circondata da stalattiti e stalagmiti, che l’erosione ha fatto divenire simili a candele. Si tratta di uno spettacolo unico e affascinante perché sembrano quasi messe lì apposta per devozione dei fedeli. In quel momento ci siamo resi conto che, quando ci avevano detto che non c’erano parole per descrivere la bellezza delle Grotte di Pertosa, avevano ragione.

 

Scopri di più su questo prodotto nei Diari Salernitani