Il gusto dell'Italia in tavola: il pesto alla genovese

Ricette
Il profumo di basilico e pecorino è nell'aria.

Inizia il nostro viaggio tra i sapori più rappresentativi del Bel Paese. Partiamo da una ricetta verde, saporita e molto molto profumata.

Il nostro viaggio lungo lo stivale inizia da Genova, patria del pesto, una delle salse più amate in tutto il mondo. Si tratta di una ricetta antica che risale al 1800, quando veniva preparato con tanta energia e passione a suon di mortaio!

Ancora oggi gli ingredienti e la tecnica di preparazione sono le stesse: sette ingredienti (basilico, pecorino, parmigiano, pinoli, aglio, olio e sale) e un preciso lavoro con pestello e mortaio. Ma attenzione al ritmo: per evitare che il processo di ossidazione faccia annerire le foglie di basilico rilasciando un sapore amarognolo, bisogna mantenere un ritmo non troppo intenso.

Se volete cimentarvi nella preparazione del pesto fatto in casa, seguite la nostra ricetta e gustate il risultato un buon piatto di penne Antonio Amato, il formato di pasta perfetto per i sughi freddi. E se avanza del pesto? Riponetelo in un contenitore di vetro, ricopritelo con olio extra vergine d'oliva e conservatelo in frigorifero per qualche giorno.


Ingredienti per 4 persone:

60 gr di basilico

35 gr di pecorino

25 gr di parmigiano

2 spicchi di aglio

1 cucchiaio di pinoli

100 ml di olio Extravergine d’oliva Antonio Amato

350 gr di penne Antonio Amato

sale grosso


Procedimento

Lavate le foglie di basilico e asciugatele una ad una con un canovaccio. Ponetele nel mortaio o in un mixer, aggiungete l'aglio tagliato a pezzetti, i pinoli, il pecorino ed il parmigiano grattugiato. Cominciate a pestare o a frullare a bassa velocità. Aggiungete l'olio extravergine d'oliva e aggiustate di sale. Continuate a pestare o mixare, con velocità minima fino ad ottenere una crema omogenea. Alla fine, mettete il pesto in una ciotola e condite le penne che avrete intanto cotto e scolato. Terminate con un filo di olio extra vergine d'oliva a crudo e... bon pro' (buon appetito)

 

Scopri di più su questo prodotto nei Diari Salernitani