Ricetta: penne con pomodorini, peperoncino e scaglie di ricotta salata

Ricette
A tavola con un primo piatto stuzzicante e salutare

penne con pomodorini, peperoncino e scaglie di ricotta salata

Cosa sarebbe la pasta senza il sugo? Oggi ci sembra impossibile, ma un tempo i nostri amati primi piatti venivano serviti sempre in bianco. Il pomodoro, infatti, era considerato tossico e veniva coltivato solo per abbellire giardini e terrazze.

I primi a rendersi conto delle potenzialità culinarie di questo ingrediente gustoso e versatile sono i napoletani. Così inizia la magia in cucina: pomodori all’insalata, farciti, fritti… ma per la prima ricetta degli spaghetti al sugo dobbiamo aspettare addirittura il 1839!

Eppure il pomodoro cotto ha della proprietà salutari stupefacenti. Questo è infatti il modo migliore per assumere il licopene, a cui si deve il caratteristico colore rosso acceso del frutto. Si tratta di una sostanza antiossidante e antitumorale naturale, in grado di prevenire l’invecchiamento delle cellule del nostro organismo.

Nella ricetta di oggi gusteremo i pomodorini sbollentati in padella con un po’ di peperoncino, valido aiuto naturale per contrastare l’ipertensione, e un tocco di ricotta salata, perché è importante dare sapore anche ai piatti più salutari.

Ingredienti:

350 g penne Antonio Amato

400 g pomodorini

un ciuffetto di basilico

2 spicchi d’aglio

un peperoncino

50 g ricotta salata

50 g parmigiano

olio extravergine di oliva Antonio Amato q.b.

sale q.b.

Procedimento:

In una padella larga dai bordi alti, fate soffriggere olio, aglio e peperoncino a pezzetti. Quando l’aglio si sarà imbiondito, eliminatelo e aggiungete i pomodorini tagliati in due. Lasciate cuocere per circa 20 minuti. Lessate le penne in abbondante acqua salata, scolatele al dente e condite con il sugo, aggiungendo le foglioline di basilico fresco. Spolverate con scaglie di ricotta salata e parmigiano grattugiato. Servite e gustate!

 

Scopri di più su questo prodotto nei Diari Salernitani