Ricetta: penne a mezzanello lardiate

Ricette
Portiamo in tavola la vera tradizione napoletana

Portiamo in tavola la vera tradizione napoletana

Con la magia del Natale sentiamo il bisogno di tradizioni. Oggi vogliamo tornare alle origini della cucina partenopea, con un classico che non passa mai di moda: mezzanello lardiato. Semplice nella preparazione, ricca nel gusto!

Come tutte le migliori ricette, anche questa proviene dalla tradizione contadina, quando all’epoca dei Borboni, il popolo si riscaldava con piatti semplici, fatti di ingredienti tipici del territorio e genuini.

Per la buona riuscita di questa ricetta, è fondamentale utilizzare ingredienti di qualità: la pasta, penne a mezzanello Antonio Amato, e il lardo di colonnata, da cui deriva il nome del piatto. Quest’ultimo deve essere rigorosamente "allacciato", come dicono gli amici di Napoli, cioè battuto con la mezzaluna o il coltello sul tagliere, fino a diventare cremoso.


Ingredienti per 4 persone:

360 gr penne a mezzanello

200 gr di lardo di colonnata o maiale nero casertano

200 gr di pomodorini del piennolo o pachino

80 gr pecorino grattugiato

1 cipolla

olio extravergine d'oliva Antonio Amato

prezzemolo

sale q.b.

pepe nero o peperoncino


Procedimento


Tagliate molto finemente la cipolla e il lardo a dadini, con la parte centrale del coltello, fino a farlo diventare quasi una crema. Versare il tutto in una padella con dell’olio e fate cuocere a fiamma bassa. Spegnete quando il lardo diventerà trasparente e la cipolla rosolata. Intanto, tagliate i pomodorini a spicchi e versateli in padella. Fate cuocere il sugo a fiamma bassa per circa 15 min al massimo, e aggiustate di sale. Cuocete la pasta, scolatela e unitela al sugo. Amalgamate il tutto aggiungendo pecorino, una macinata di pepe e basilico. Impiattate e buon appetito!

 

Scopri di più su questo prodotto nei Diari Salernitani