Ricetta: spaghetti, spinaci e avocado

Ricette
Un piatto dal sapore originale e amarcord!

Ricordate quando le simpatiche avventure di un forzuto e burbero marinaio vi lasciavano a bocca aperta davanti alla tv? Esatto, stiamo parlando di Braccio Di Ferro che oggi compie ben 89 anni. Era il 17 gennaio del 1929 quando Popeye faceva la sua prima comparsa sui fumetti.

Oggi per tornare un po’ bambini, celebriamo uno dei nostri personaggi preferiti preparando un piatto speciale… naturalmente a base di spinaci!
Bastano poco tempo e ingredienti semplici: spaghetti Antonio Amato e fantasia. Il risultato è un primo cremoso dal sapore originale!

Agli spinaci uniamo l’avocado, un altro ingrediente molto salutare, perché ricco di sali minerali, potassio, omega 3 e vitamine. Insieme agli spinaci, l’avocado crea un sapore davvero originale e buonissimo!
Un piccolo consiglio nel caso in cui vi avanzasse dell’avocado: per evitare che si annerisca una volta aperto, bagnate la superficie scoperta con del limone, perché l’acidità contrasta l'effetto ossidante che rende gli alimenti neri.


Ingredienti per 4 persone:

400 g di spaghetti Antonio Amato

1 avocado maturo

400 g di spinaci

1 spicchio di aglio

olio extravergine d’oliva Antonio Amato

sale q.b.


Procedimento

Mentre portate l’acqua per la pasta a ebollizione, lavate bene gli spinaci freschi, mettete in una padella po’ di olio extravergine di oliva e unite gli spinaci. Lasciate cuocere per 5 minuti, senza arrivare a cottura completa ma solo per far ammorbidire gli spinaci. Versate gli spaghetti nell’acqua che avrete salato, e fateli cuocere il tempo necessario. Tagliate a metà l’avocado, apritelo e prelavate prima l’osso del frutto, poi la polpa con un cucchiaio e mettetela in un mixer. Tagliate l’aglio a tocchetti, aggiungetelo all’avocado nel mixer con un pizzico di sale. Accendete per 1 min. fino ad ottenere una crema. Unite gli spinaci nel mixer e mescolate, non mixate. Scolate gli spaghetti e aggiungeteli alla crema. Mescolate il tutto, impiattate e buon appetito!

 

Scopri di più su questo prodotto nei Diari Salernitani